Filati in promozione -30% su: Bettaknit, Drops, Laines du Nord
Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

La nuvola di nuances

01/04/2021

di Elena Bolasco

​​​​​​​Eccola lì sullo scaffale, una nuvoletta di morbidezza, di nuances sfumate che si attorcigliano in una spirale ipnotica e soffice. Faccio un passo verso di lei e quando tendo la mano per godere della sua carezza sono già caduta nella trama del ragno, è fatta: non sarò più in grado di valutare se è giusta per il progetto che avevo in mente e se il motivo da realizzare verrà valorizzato o penalizzato dalla sua consistenza.
L’unica certezza è che la voglio, sarà la lana che userò per il mio progetto!
P. Mi conosce, conosce quello sguardo perso e ce la mette tutta: spende parole cariche di esperienza per illuminare la mia mente ormai offuscata, lei sa che per ogni gomitolo c’è il progetto perfetto e non è detto che sia quello che ho in mente io, ma niente il colpo di fulmine è scattato e non si torna più indietro.
Ecco “indietro”.
E’ proprio solo nel momento in cui, giorni dopo, immersa nella realizzazione del maglione accorgendomi dell’errore sono costretta a tornare indietro, a tornare sui miei passi, una maglia dopo l’altra, che tutta la magia di quella nuvoletta pelosa si frantuma. E si, tornare indietro con la lana pelosetta è un’impresa che ha dell’eroico: la nuvoletta di pelo si toglie la maschera e svela la sua vera natura di edera avvinghiante e vigorosa.
Nella lavorazione ogni maglia si è legata all’altra proprio con quel leggerissimo pelo impalpabile che ora è cosi forte e duro da costringerti a tirare il filo come non avresti mai creduto di poter fare e ad usare perfino un uncinetto per districare l’intreccio impossibile. E’ in quei momenti che pensi: “mai più!” Me lo devo ricordare la prossima volta che mi avvicino allo scaffale!”
Poi il lavoro va avanti, il gomitolo finisce e lei, la lana pelosetta, tira giù il jolly vincente: basta inumidirsi le mani e sfregare i due capi del vecchio e nuovo gomitolo e voilà la magia! I due capi saranno indissolubilmente legati, per sempre, nessuno vedrà la giuntura, il maglione sarà perfetto, impeccabile! E allora colma di soddisfazione la metti di nuovo lì sul piedistallo delle vincenti: che leggerezza e che forza! Che lana incredibile!
Forte della fiducia ritrovata continui il tuo progetto e ti godi le nuances che lo arricchiscono di stile ed unicità, la carezza della sua morbidezza tra le mani durante il lavoro, una favola!
Ma la favola non dura per sempre e in uno dei passi cruciali del lavoro devi riprendere le maglie longitudinalmente e lei, la pelosetta, sembra saperlo e per dispetto le nasconde.
Le maglie si sono compattate come una truppa romana, chiuse a creare una muraglia impenetrabile. “Fammi trovare i pioli della scala, dispettosa che noi sei altro!” Le dico con la lingua tra i denti, tutta tesa in avanti con i ferri vicini al naso, gli occhi a fessuretta pronta a cominciare la battaglia. Ed ecco che lei, indispettita, rilascia qualche peletto di contrattacco che mi fa pizzicare il naso e mi costringe a stropicciarmi come un gattino indifeso.
E la battaglia? Niente, è persa in partenza. Tanto è innegabile, la pelosetta è dispettosa e bellissima, complicata e affascinante, come una diva d’altri tempi: capricciosa e incantevole. Una volta indossata, però, ti regalerà il suo charme avvolgendoti con il calore della sua leggera carezza, in una nuvola di nuances. 

Identikit della lana pelosetta: L’ Alpaca, il Cashmere e il Mohair sono tutte lane lussuose, leggere e traspiranti ricavate da fibre naturali. Possono essere lavorate da sole o in abbinamento con altri filati per arricchire il lavoro di luce e morbidezza. Un capo lavorato con una di queste preziose lane risulterà di peso leggerissimo e molto caldo. Per esaltarne la sofficità si suggerisce di lavorarle con ferri grandi o molto grandi. 

Tutte queste lane le trovi nel nostro sito nella sezione filati/composizione   

​​​​​​​    
​​​​​​​

​​





  




   

               

​​​​​​​










​​​​​​​​​​​​​​
Se non sai da dove cominciare cerca tra i corsi di maglia di Pippi e iscriviti